giovedì 19 febbraio 2015



Se l’asse della terra si è spostato

Non si è spostato l’asse della terra
per colpa di scossoni e terremoti
né del clima impazzito
o della naturale polodìa
ma per il peso di quelle persone
che il sud del mondo hanno abbandonato
per fame, per bisogno e per la guerra
o per fuggire dalla malattia.
Migliaia, disperati sui barconi,
in viaggio verso i loro “nord” ignoti.
Silenzio, il sud del mondo si è svuotato.
Silenzio fra le dune dei deserti,
silenzio anche nel mare insanguinato,
silenzio in cielo e l’impotente luna
rischiara sulla sabbia impronte inerti.
Corpi di chi è arrivato, per fortuna,
corpi dei morti molto più pesanti,
corpi che l'acqua ha trascinato giù,
corpi rinchiusi dentro ad una gabbia
e l’asse della terra si è inclinato.
Ormai non credo si raddrizzi più.

( Sara Ferraglia )
Posta un commento