giovedì 9 settembre 2010

La ballata dei pensieri tristi


La ballata dei pensieri tristi

E’ l’odore d’autunno imminente
che settembre accompagna.
E’ l’incuria del grigio balcone
dove vive un anziano.
E’ l’accidia travestita da noia
che nell’aria ristagna.
E’ la ragazza di quindici anni
muta col il suo iPod
e lì accanto sua madre
con i suoi stessi panni.
E’ la foto che noti crepata
per la prima volta,
l’impetuoso affiorare
di altri giorni vissuti,
quella posa raccolta
di quando l’hai scattata.
E’la polvere senza memoria
che giunge da lontano
nelle stanze dei figli cresciuti
e scrive la sua storia.

( Sara Ferraglia )
Posta un commento