lunedì 20 ottobre 2008

Cibo degli dei


Cibo degli dei


Il corpo mio lo voglio ricoprire
di cioccolato sciolto
lucido e profumato
così che non si possa più capire
nemmeno dal mio volto
la razza mia e dove sono nato.

Profumerò di zenzero e vaniglia
avrò zigomi alteri
e labbra d’albicocca
fondente cioccolato sulle ciglia
caffè negli occhi neri
rosso peperoncino sulla bocca.

Mi sdraierò fra spezie colorate
su rotte di mercanti
in stive di trofei.
Ritornerò a terre mai lasciate,
agli alberi giganti
mi sazierò del cibo degli dei.


( Sara Ferraglia )


Poesia finalista al Concorso "Cioccolato, passione e gioco" - Eurochocolat - Perugia ottobre 2008.

Fra le 30 selezionate per la pubblicazione nell'antologia del premio.
Posta un commento