martedì 20 luglio 2010

Inno alla vita


Inno alla vita

Lei nascerà.

Andate via poeti delle nebbie,

anime della notte e del dolore

Tacete , oscure voci lamentose

Lei nascerà e allora sì

che canteranno il mare e i lidi

con la più fine sabbia

con la più dolce brezza,

e poi ancora mille ed altre voci …

le cinciallegre dentro i loro nidi,

il cielo settembrino e le sue stelle,

il gatto che per lei farà le fusa,

la ninna nanna come una carezza.

E allora sì

che anche il maestrale

le narrerà di fate, angeli e gnomi

nel sopore invernale.

E voi, poeti tristi, che farete?

Ammirerete in silenzio la bellezza.

( Sara Ferraglia )

Posta un commento