giovedì 27 aprile 2017

Ora la musica riposa



Ora la musica riposa

“Ora la musica riposa
Ho guardato il mare…”
Come se lei volesse
alleggerire il cuore
nella mia mano posa
sue stille di dolore.
La ringrazio con gli occhi
per quel foglietto bianco,
per la condivisione
di un cocente dolore
e scorrono parole
leggere come l’onda
che accarezza uno scoglio,
pesanti come rocce
che riflettono il sole.
Quasi un canto d’amore
fissato su quel foglio,
quasi un inno alla vita:
per la candida luna
lei non volle affogare,
per l’anima di un Uomo
lei non volle morire.
Come se lei sapesse
che non era finita

( Sara Ferraglia )
Posta un commento