lunedì 20 febbraio 2017

Non vengo mai a cercarti al cimitero



Non vengo mai a cercarti al cimitero

Non vengo mai a cercarti al cimitero
perché tu non ci sei
e poi… non ho bisogno di trovarti,
io non ti ho persa mai.
Non è la vicinanza a ciò che resta,
a polvere che ormai sei diventata
ciò che mi fa sentir la tua presenza.
E’ un abito felpato in cotonina
che tu indossavi  solo per la festa
appeso ad una gruccia del mercato,
la mela aperta in due sulla credenza
che mai mangiavi intera, per creanza.
E’ il sorriso sdentato
d’ottantenne bambina
per la tua casa nuova, per la televisione
anche se in bianco e nero,
per il termosifone dal calore uniforme,
lo stupore sincero
per le piccole gioie che la vita t’ha dato,
forse troppo in ritardo.
Non vengo mai a cercarti al cimitero
perché ho dentro il tuo sguardo.

( Sara Ferraglia )
Posta un commento