martedì 31 dicembre 2013

Due parole per l'anno nuovo


Due parole per l’anno nuovo.

Caro Anno Nuovo che stai arrivando
già sovraccarico di richieste,
buoni propositi, promesse e pianti
poche parole ti sto scrivendo:
che se tu esisti lo devi a chi
per te imbandisce tavoli e feste,
che se tu esisti lo devi a tanti
che questa notte credono in te.
Perciò, ti prego, scendi dal trono,
chiedi tu a noi qualcosa di buono,
So che è un’usanza poco diffusa
però, ogni tanto…chiedici scusa. 

( Sara Ferraglia )


Posta un commento