martedì 22 giugno 2010

Fado

( fotografia di Daniele Bandini )

Fado

- Ho nelle ossa un umido dolore

Marcela mia, dolor che sa di muffa

nero come la pece e la mia veste

La notte puoi sentirne lo stridore

Dicono che sia il mare che si azzuffa

con la volta celeste

è il mio dolore, invece.

- Non fa rumore il male, è sordo e muto

Amalia, amica mia, se non lo fosse

sarebbe un urlo immenso l’universo!

E tu, per tutto il tempo che hai vissuto

non hai capito ancora le sue mosse,

che dargli troppo ascolto è tempo perso.

Il tuo dolore è tuo,

nessun altro lo sente.

( Sara Ferraglia )


Posta un commento