martedì 29 aprile 2008

A volte la poesia


A volte la poesia

A volte…
Quando leggo dei poeti i testi
I miei diventan come polvere
Noiosa, subito da togliere
Prima che infarini le mie vesti.

Ma a volte…
Dei miei versi freschi vado fiera
Ne farei polline per farfalle
Canto di fiume che corre a valle
Leggera brezza che scende a sera.

Altre volte…
Soffrono le rime appena nate
Gemme che sbocciano premature
Più bisognose delle mie cure
Ma non per questo le meno amate.

Ed una volta…
Ricordo ancora la meraviglia
Della poesia che s’è fatta vita
Da un pugno stretto leggera è uscita
E dalla mano di mia figlia.


(Sara Ferraglia)


Pubblicato sulla rivista on line su http://www.opposto.net/


Posta un commento